Torna alla home

Luoghi Misteriosi collabora/ha collaborato con:


Vai a vedere
tutti i misteri spiegati scientificamente

Regioni D'Italia




















Italia



Simboli




















LUOGHI DI FORZA
Il nostro libro ufficiale!
Aiutaci a crescere

ACQUISTALO ORA!







Vai a vedere i video!

Nostro canale

Seguici

English version

I nostri siti

Luoghi Misteriosi
sui Media

VIDEO

Sito consigliato da:

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Argomenti



























































Luoghi


















 

 

torna alla Home

Questo luogo appartiene al gruppo:
Luogo: ITALIA ABBANDONATA

 
SAN GIULIANO TERME (PI) - MIRTETO
UN LUOGO DA SEMPRE ABBANDONATO


articolo di Isabella Dalla Vecchia - info@luoghimisteriosi.it
fotografie ed esplorazione di Mirko Urso e Gianluca Cinquilli - mirkovic7@virgilio.it

I capitoli di questa scheda sono:
Un luogo abbandonato in armonia con la natura

Una storia di abbandono

Un luogo abbandonato in armonia con la natura
Questo borgo, ormai in stato di abbandono, sorge sulle pendici del Monte della Conserva sopra San Giuliano Terme. La struttura che colpisce subito è costituita dai resti della chiesa romanica di Santa Maria di Mirteto, del XII secolo.

Di essa rimane, oltre alle mura, l’antico altare la cui presenza conferisce all’intero complesso una parvenza di “tempio” aperto in sacra armonia con la natura circostante.

L’abbandono dell'edificio da parte dell’uomo non significa necessariamente che l'ambiente perda "importanza", o che svanisca la sua natura religiosa, anzi, l’averlo in qualche modo "ridonato alla Terra" ha dato origine ad una metamorfosi e, rimodellato dagli eventi naturali, oggi ci appare con una diversa struttura, pregno di quella magia cristiana/pagana di cui solo un antico luogo abbandonato può esserne pregno.

Una storia di abbandono

Il nome “Mirteto” deriva dalla folta presenza di mirti di cui il borgo era circondato.
La chiesa dipendeva dal Monastero di San Michele in Verruca fin dalla sua fondazione, ma passò poi sotto la giurisdizione della pieve di Asciano. L’architettura della chiesa è in stile romanico-pisano con aula unica absidata e conserva ancora qualche decorazione. Tutti i beni preziosi, tra cui una Madonna della Neve, sono stati trasferiti nella vicina pieve di Asciano.

Le sue origini sono ancora ignote, anche se viene ricordata nel 1150 negli “Annali Camaldolesi”, in una bolla di Gregorio IX del 15 maggio 1227 e in una lettera di papa Alessandro IV indirizzata al priore nel 1258. Il monastero non ha avuto molta fortuna, già nel 1360 fu talmente abbandonato dai monaci, da giungere da Amalfi l’abate Bernardo Boninsegni come “rinforzo” all’unico monaco rimanente, Simone da Firenze.

Entrambi cercarono di risollevare il Monastero ad esempio accettando come converso Bacciarone di Vanni da San Casciano che donò all’abbazia tutte le sue ricchezze. Ma questa “ottima mossa” non bastò a far sopravvivere la struttura che dovette entrare sotto la tutela del Monastero di San Michele alla Verruca. Purtroppo una successiva guerra locale che distrusse la stessa Badia della Verruca, la disabitò ulteriormente, trascorrendo lunghi anni di progressivo degrado.

Nel 1712 appartenne alla famiglia Ricci, ma oggi risulta ormai di nuovo “libera” così come è nata. E’ di proprietà ormai della selva circostante e perfino accedervi risulta alquanto difficoltoso.

Mai come oggi è corretto il nome che porta, "Mirteto", il nome di un bosco, perchè anche se i mirti quasi non esistono più rimane questo antico borgo a ricordarci il passato dell'uomo e della natura stessa. E' oggi sotto la tutela di Madre Natura, il luogo dove un tempo abitavano i mirti.

ALTRI LUOGHI SIMILI
ITALIA ABBANDONATA

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI IN TOSCANA
gruppo Luoghi in Toscana

INFO UTILI
• Come arrivare (fonte wikipedia)
Si trova a circa 282 s.l.m. sopra il paese di Asciano, nel comune di San Giuliano Terme. Giace nel solco segnato dal rio Foce Pannecchia, sul versante orientale del Monte Faeta. Vi si può arrivare dalla Valle delle Fonti (o Via delle Fonti), attraversando il ponte sul torrente e percorrendo un sentiero segnato dal CAI con le classiche righe rossa e bianca.

• Pro loco Asciano
Via Amos Cassioli 2 - 53041 Asciano (SI)
Tel/Fax 0577 718666
email prolocoasciano@alice.it

• Pro loco San Giuliano Terme
Sede: Via Roma, 29 presso Stazione Ferroviaria
56017 San Giuliano Terme (Pisa)
Tel/Fax: 050 815064
e-mail: proloco@comune.sangiulianoterme.pisa.it   

articolo Isabella Dalla Vecchia - info@luoghimisteriosi.it
fotografie ed esplorazione di Mirko Urso e Gianluca Cinquilli - mirkovic7@virgilio.it

Bibliografia/fonti
Cistercensi.info
Turismointoscana.it


 



Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

Il portale degli ancient aliens
www.ancientaliens.it

Il portale dei luoghi di guarigione, forza e immortalità
www.luoghidiguarigione.it

Il portale dei misteri animali
www.misteribestiali.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it