Torna alla home

Luoghi Misteriosi collabora/ha collaborato con:


Vai a vedere
tutti i misteri spiegati scientificamente

Regioni D'Italia




















Italia



Simboli




















LUOGHI DI FORZA
Il nostro libro ufficiale!
Aiutaci a crescere

ACQUISTALO ORA!







Vai a vedere i video!

Nostro canale

Seguici

English version

I nostri siti

Luoghi Misteriosi
sui Media

VIDEO

Sito consigliato da:

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Argomenti



























































Luoghi


















 

 

torna alla Home

Questo luogo appartiene al gruppo:
ALCHIMIA
(acqua)
CURIOSITA'
PERSONAGGI
(Matilde di Canossa, Anastasia e Lucia)
Simboli: FIORE DELLA VITA
Luogo: ITALIA ABBANDONATA

 
LUCCHIO (LU)
CONGIURE, FANCIULLE CORAGGIOSE E FUGHE DI BANDITI
NEL LUOGO PIU' INESPUGNABILE DELLA TOSCANA

articolo di Isabella Dalla Vecchia - info@luoghimisteriosi.it
fotografie ed esplorazione di Mirko Urso e Gianluca Cinquilli - mirkovic7@virgilio.it

I capitoli di questa scheda sono:
Un luogo inespugnabile
La preziosità dell'acqua della fontana vecchia
Una rocca voluta da Matilde di Canossa?
La vicenda dei Castracani
La congiura sventata da due coraggiose fanciulle
La fuga dei fratelli Poggi
Un luogo ormai abbandonato

Un luogo inespugnabile
Lucchio vanta la nomea di "paese più arroccato e nascosto" della Toscana, in quando è difficile da vedere anche percorrendo la strada che proviene da Lucca. E' questo un borgo che sembra far parte della roccia stessa, compenetrato in essa. Le case basse sembrano addirittura costituire le fondamenta di quelle sovrastanti, una curiosa visione d'insieme che lo fa percepire come "luogo ad incastro".

Oggi ci arriva una stradina tortuosa che percorre la Val di Lima ma un tempo era assolutamente inespugnabile, sia per la sua posizione arroccata sia per la difficoltà ad individuarlo! E' ancora in voga un detto popolare fortemente legato a questa particolarità, si dice qui fosse usanza legare un sacchetto alla coda delle galline perchè le uova fuoriuscite, sarebbero rotolate a valle!

Ci appare come un paese fantasma, ormai progressivamente abbandonato dagli abitanti in cerca di migliori condizioni di vita.

Ad oggi viene enumerato purtroppo nella lista dei "paesi abbandonati", per via della scomodità nell'abitarci (le strade sono da percorrere esclusivamente a piedi e sono ripidissime), ci appare come un paese fantasma, ormai progressivamente abbandonato dagli abitanti in cerca di migliori condizioni di vita.

Non si sa quando sia stato effettivamente fondato, ma il suo stesso nome, potrebbe derivare dal toponimo "Lucus", ovvero luogo ricco di boschi. E’ possibile che sia stato scelto dai romani non solo per la sua inespugnabilità, ma anche per l’intensa sacralità della selva stessa, considerata particolarmente divina. Percorrendone le strade ripide si percepisce la sensazione di camminare all’interno di un tempio surreale sospeso nel cielo. Le vie sono talmente verticali da avere la sensazione di scalare l’aria.


La preziosità dell'acqua della fontana vecchia

All’interno del borgo è presente un’antica fontana la cui acqua era talmente preziosa da esser presente all’interno dello statuto (capitoli 52 e 53) della Comunità di Lucchi del 1605. In essi si fa divieto di lavare i panni alla fontana, di arrotare gli strumenti da taglio sulle pietre del pilone, di oziare e di fare guasti intorno alla sua area. Dallo statuto si rileva che il complesso era composto di abbeveratoio, pilone e canali. Questa fontana, eretta sul luogo ove sgorgava una più antica sorgente naturale, è stata l'unico approvvigionamento idrico della popolazione di Lucchio fino agli anni 30 del secolo scorso.

Una Rocca voluta da Matilde di Canossa?

La tradizione dice che la Rocca sarebbe stata commissionata da Matilde di Canossa, ma alcuni studiosi affermano che vi sarebbe stato un insediamento ancora precedente ad opera dei romani prima e dei longobardi poi. Fu zona sicuramente abitata fin dall'epoca paleolitica superiore a causa di alcuni ritrovamenti all'interno di una vicina grotta, in località Ponte Maggio, frequentazione proseguita poi con i le tribù celtiche dei Liguri Apuani, sempre grazie alla posizione strategica e alla zona ricca di boschi e acqua.

La prima documentazione però risale ad una pergamena datata 1235, anche se c'è stata purtroppo una cattiva conservazione delle pergamene nella chiesa parrocchiale di San Pietro che ha causato la perdita di precedenti documenti.

La vicenda dei Castracani

Un inizio non molto documentato e forse un po' trascurato fino al XIV, secolo in cui Lucca, resosi conto della potenzialità della rocca, ne fece un importante punto di forza per la propria difesa nei confronti di Pistoia. Castruccio Castracani pensò bene di sfruttare la posizione strategica della rocca per controllare la montagna pistoiese e contrastare l'avanzata fiorentina, che contava ben 80 cavalieri e 900 fanti.

Alla morte di Castruccio, invece che appoggiare i suoi discendenti, l'imperatore Ludivico il Bavaro, nonostante fosse stato aiutato dalla famiglia dei Castracani, vigliaccamente cedette la Repubblica di Lucca al miglior offerente, indebolendo le terre e esponendo il castello alla conquista di Pistoia a cui si sottomise nel 1337.

I figli di Castruccio cercarono negli anni seguenti di riprendersi il castello fallendo miseramente, nonostante l'appoggio dei Visconti. Fu tentato un attacco interno da parte di un gruppo di pistoiesi senza peraltro riuscirci a causa anche di un incendio che distrusse la Torre Ghibellina.

Fu liberato in seguito nuovamente nel 1369 da Carlo IV di Boemia e il castello finì nuovamente sotto il controllo lucchese di Paolo Guinigi. Quest'ultimo troppo debole e preda del mercenario fiorentino Fortebraccia, nonostante l'aiuto cospicuo di 2000 cavalieri e di 6000 fanti da parte di Francesco Sforza, cadde a causa di un complotto ad opera dei Cenami e dei Buonvisi che fecero passare la rocca sotto il dominio fiorentino fino al 1433 anno di un trattato di pace che riportarono a Lucchio sotto il dominio lucchese.

La congiura sventata da due coraggiose fanciulle

Rimane però nella memoria una curiosa vicenda che coinvolge due coraggiose fanciulle, Anastasia e Lucia di Vico Pancellorum. Esse, nel giugno del 1437 scoprirono, con gran scaltrezza femminile, il tradimento di Gasparo da Slazzema, Castellano di Lucchio, e sventarono il tutto. Attirato con l’inganno, avrebbero scherzato e giocato con lui, sfoderando armi femminili a cui nessuno ne sarebbe stato immune. Ormai assoggettato alla loro seduzione, lo avrebbero immobilizzato e legato, impedendo in tal modo l’assalto a sorpresa dei fiorentini.

"La storia ci ha conservato il nome di esse e il fatto seguito veridico in tutte le sue parti, perchè preso dagli Alti del Governo stesso.

Dicono adunque queiti che Anastasia figlia di Martino di Fiore e Lucia figlia di Nicolao di Martino di Vico Pancelloro nel mese di Giugno del 1437; stando per loro sicurezza nella Rocca di Lucchio, si accorsela del tradimento di Gasparo da Slazzema Castellata della medesima, il quale eia per cederla ai Fiorentini; onde presolo e quasi scherzando lo legarono, e dipoi chiamato ajuto fu posta ia salvo la Fortezza, e i Fiorentini delusi. (64I Sopra questo ufficio erano prima soli tre Cittadini contando dalla deposizione di Paolo Guinigi. Hi nel giorno 3 di Maggio del 1433 fu stabilita che fossero sei, ed eletti in realta io questo numero il giorno 6 del detto mese e anno, secondo che fu praticato in aulico"
(Dissertazioni sopra la storia lucchese, Volume 2 Di Antonio Nicolao Cianelli)

La fuga dei fratelli Poggi

Nel 1525 ci fu un altro episodio che coinvolse la rocca di Lucchio. Due banditi, Vincenzo e Francesco Poggi, fuggiti da Lucca, furono aiutati ad assediarla dal brigante più famoso e conosciuto delle terre circostanti, Bernardino del Colle. Fu allertata la Repubblica di Lucchio che si mosse prontamente con un esercito di 6000 combattenti per fermare l'assedio, i due fratelli però, approfittando di un forte temporale riuscirono a fuggire, ingannando un'intera armata.

Un luogo ormai abbandonato

Col passare del tempo, il castello andò incontro ad un lento degrado che lo portò ad essere smantellato dalle sue pietre per costruire le case del borgo sottostante.

Di esso non rimane ormai più nulla, costruito sopra la roccia viva, si è ormai perso nei tempi, una rocca che era il prolungamento della montagna stessa, oggi ne è stata riassorbita. Un tempo era un luogo agognato a tal punto che interi eserciti percorrevano le ripide strade con in spalla 30 kg di armatura, oggi è un borgo abbandonato, con la stessa difficoltà per raggiungerlo, con diversi propositi ma con l’identica forte ed intensa emozione non appena lo si raggiunge. Il batticuore della scalata si mescola al batticuore di fronte alla Rocca di Lucchio.

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI SIMILI
ALCHIMIA (acqua)
CURIOSITA'
PERSONAGGI (Matilde di Canossa, Anastasia e Lucia)

ALTRI SIMBOLI SIMILI
FIORE DELLA VITA

ALTRI LUOGHI SIMILI
ITALIA ABBANDONATA

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI IN TOSCANA
gruppo Luoghi in Toscana

INFO UTILI
• Come arrivare
Da Firenze: autostrada Firenze-Pisa, uscita Lucca; seguire poi le indicazioni stradali per l' Abetone; dopo circa 18 Km da Bagni di Lucca deviazione sulla destra per Lucchio.
Da Pisa: autostrada Pisa-Firenze, uscita Lucca; seguire poi le indicazioni stradali per l' Abetone; dopo circa 18 Km da Bagni di Lucca deviazione sulla destra per Lucchio.
Da Bologna: autostrada del Sole Milano-Firenze, uscita Firenze Nord; autostrada Firenze-Pisa, uscita Lucca; seguire poi le indicazioni stradali per l' Abetone; dopo circa 18 Km da Bagni di Lucca deviazione sulla destra per Lucchio

• Per ulteriori informazioni scrivere a:
Associazione Lucchio Ambiente ONLUS
Via Vicinato, 1 (Canonica) - Località Lucchio - 55020 Bagni di Lucca (LU)
E-mail: lucchioambiente@libero.it
Associazione Lucchio Ambiente ONLUS - Via Vicinato, 1 (Canonica) - Località Lucchio - 55020 Bagni di Lucca (LU), tel. 3388794351

articolo Isabella Dalla Vecchia - info@luoghimisteriosi.it
fotografie ed esplorazione di Mirko Urso e Gianluca Cinquilli - mirkovic7@virgilio.it

Bibliografia/fonti
http://www.contadolucchese.it/Bagni_di_Lucca_5.htm
http://www.luccapro.cribecu.sns.it
http://www.castellitoscani.com/italian/lucchio.htm


 



Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

Il portale degli ancient aliens
www.ancientaliens.it

Il portale dei luoghi di guarigione, forza e immortalità
www.luoghidiguarigione.it

Il portale dei misteri animali
www.misteribestiali.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it