LA NOSTRA ULTIMA USCITA!

Aiutaci a crescere. Acquista il nostro libro!


I NOSTRI SITI




VIDEO

REGIONI D'ITALIA

LUOGHI



 



 


INTERVISTA A TONY SPERA

A cura di Simone Leoni

Tutte le fotografie sono state gentilmente concesse da Tony Spera

Esiste da qualche parte nel mondo un luogo misterioso dove il passato, il presente e il futuro si trovano nello stesso posto? Esiste un luogo dove le nostre paure, e i nostri demoni sono fermi li, in attesa che qualche ignaro visitatore entri in contatto con queste entità e le liberi? Certo che esiste, si trova in Connecticut e in esso il male osserva gli ignari visitatori.


La vera Annabelle

Esattamente cari lettori. Mi riferisco al museo dell’Occulto creato dai coniugi Ed e Lorraine Warren, che ora è gestito dalla loro figlia Judy e da loro genero Tony Spera. Hollywood ha dato molto risalto ai famosi demonologi rendendogli “omaggio” con alcuni film dedicati ad alcuni casi che gli Warren hanno affrontato nei loro anni di carriera.


Tony Spera e Annabelle

Cosa c’è di vero in questo luogo veramente misterioso dove la bambola maledetta Annabelle ne è la regina? Ci sono altri reperti maledetti  tanto quanto Annabelle o più pericolosi di lei? C’è lo spiegherà in questa nuova intervista in esclusiva per il sito di Luoghi misteriosi proprio Tony Spera, l’attuale proprietario del museo dell’Occulto situato in Connecticut, un luogo da visitare certamente , ma con estrema cautela…

 

Simone Leoni: Grazie mille Tony e Judy per aver concesso questa intervista. Siamo veramente onorati. I tuoi suoceri ti hanno lasciato in eredità quello che è il Museo dell'Occulto. Era davvero nella stessa casa con loro? Non hanno mai avuto paura di convivere con presenze demoniache?

 
Tony Spera: Grazie, Simone. È un piacere fare questa intervista con te. Ho lavorato con i miei suoceri, Ed e Lorraine Warren dagli anni ’80. Il museo in realtà è separato dalla zona giorno della casa. C’è un passaggio che conduce al museo occulto, ma mi ha confessato che non è mai entrato nel museo durante le ore notturne. Se lo ha fatto, è stato solo per un periodo di tempo molto breve. Ha spiegato che alle entità piace mostrarsi nelle ore buie della notte.

  

Simone Leoni: Il museo raccoglie oggetti maledetti, alcuni resi famosi dalla filmografia hollywoodiana. Un esempio lampante è la bambola Annabelle. Qual è la sua vera storia? C'è qualcosa di peggio di lei all'interno del museo?

 

Tony Spera: La vera storia celata dietro la bambola Annabelle è la seguente: la bambola è stata acquistata da una madre per sua figlia, Donna, un’infermiera di 28 anni. La madre la acquistò in un negozio di seconda mano (è una bambola di Ann stracciata con braccia e gambe fragili fatte di stoffa). L'ha comprò perché sua figlia, anche se aveva quasi trent'anni, amava le bambole.
Donna e la sua coinquilina, anche lei infermiera, vivevano in un appartamento a Hartford, Connecticut, USA. Tutto questo accadeva all'incirca nel 1971.
All'inizio tutto andava bene, non c'era attività paranormale. Ma presto, Donna notò che quando tornava a casa dal suo turno di infermiera, trovava la bambola in un luogo diverso da dove l'aveva lasciata.

Questo la preoccupò non poco e, per dare una spiegazione alla cosa, provò a mettere del nastro adesivo sul fondo del suo ingresso, pensando che forse l'affittuario dell'edificio stesse entrando di nascosto nel suo appartamento per spostare la bambola per scherzo. Notò però che il nastro era rimasto integro, eppure la bambola si era nuovamente spostata da dove l'aveva lasciata. Come era possibile?
Un giorno Donna trovò un pezzo di carta pergamena e un messaggio scritto su di esso con un pastello. Il messaggio diceva "Aiutami". Donna non aveva pastelli o carta pergamena in casa sua e la cosa le sembrò molto strana.

Una mattina, Donna e la sua coinquilina erano sedute al tavolo della colazione con la bambola accanto a loro. Mentre stavano mangiando, le braccia della bambola levitarono sul tavolo. Anzichè esserne spaventate, ne furono incuriosite.
La coinquilina di Donna disse: "La bambola sta cercando di dirci qualcosa! Conosco una sensitiva. Contattiamola per fare una seduta spiritica e vedere cosa vuole da noi."
Così fecero e una notte, la sensitiva, Donna e la coinquilina tennero una seduta spiritica. Vennero contattate dallo spirito di una giovane ragazza, che era stata uccisa in un incidente d'auto fuori dall'appartamento. La sensitiva disse poi che la ragazza aveva circa 7 anni e si chiamava "Annabelle". Ha poi sostenuto che lo spirito della ragazza abitava la bambola! (Questo non poteva essere vero, poiché Dio non permetterebbe mai a uno spirito umano di abitare un oggetto inanimato, come un pupazzo, una sedia o qualsiasi altra cosa simile). Ma le infermiere credettero ciò che la sensitiva disse loro.

Un giorno, però, le cose cambiarono radicalmente. Lou, il fidanzato di Donna stava dormendo sul divano, con Annabelle seduta dall'altra estremità del divano. All'improvviso Lou si svegliò e balzò in piedi, sudando e respirando pesantemente.
Donna chiese il motivo di quella reazione e Lou le rispose di aver avuto un incubo in cui la bambola stava strisciando sulla sua gamba per poi cercare di strangolarlo! Dopo questa confessione, afferrò la bambola e la gettò sul pavimento, gridando: "È solo una bambola di Ann stracciata! Non può farmi del male!" Non appena lo disse, sul suo corpo apparvero sette segni di tagli psichici, quattro sul petto e tre sullo stomaco. Videro con orrore del sangue colare dalla sua camicia. Le “ferite psichiche” sono segni che compaiono sul corpo ma che poi svaniscono entro un giorno o due. A quel punto, tutti si resero conto di non aver certo a che fare con un'innocente bambina di 7 anni.
Fu allora che contattarono Ed e Lorraine Warren. I Warren organizzarono un “esorcismo” direttamente nell'appartamento con il supporto di un prete cattolico. Portarono poi la bambola al museo per tenerla al sicuro, dove è conservata ancora oggi. Penso che questa bambola sia il manufatto più pericoloso del museo dell'occulto.


Simone Leoni: Mi interessava anche il paranormale, ma non riesco a capire una cosa. Come può un demone impossessarsi di qualcosa di immateriale e incapace di acconsentire al possesso? Te lo chiedo perché di solito succede così con i vivi, hai bisogno del consenso per essere posseduto. Come lo spieghi?

 

Tony Spera: L’entità demoniaca non ha bisogno del consenso di un umano per possederlo. Ci sono molti modi in cui possono verificarsi infestazioni demoniache, oppressione e infine possessione.
Chiunque stia usando innocentemente una tavola Ouija per fare domande sul regno degli spiriti, può aprire un portale dimensionale e di conseguenza una via e un invito al regno degli spiriti per entrare nel nostro mondo. Solitamente non si ha modo di sapere esattamente quale spirito sia stato contattato e inconsapevolmente invitato nel nostro mondo.
Magari si può credere di comunicare con un parente o una persona cara, ma in realtà quello contattato potrebbe essere uno spirito malvagio intenzionato a far del male. Ricorda Simone che il diavolo è il “padre della menzogna”, in grado di mentire e di ingannare abilmente chiunque.
Uno spirito demoniaco può prendere il controllo di un corpo umano, tuttavia non potrà mai assumere il controllo dell’anima umana. Ciò nonostante può causare molto dolore a chi decide di possedere.
È un gioco pericoloso dilettarsi in pratiche occulte, come l'utilizzo della tavola Ouija o recarsi da un sensitivo per una lettura, o farsi coinvolgere nella stregoneria o nel satanismo.

 

Simone Leoni: Ci sono casi non risolti dai tuoi suoceri? Se la risposta è si, quali sono?

 

Tony Spera: Sì, Simone. Ci sono stati molti casi rimasti irrisolti.
Nel mondo del paranormale è difficile arrivare all'origine del problema, a ciò che sta causando il fenomeno. E, nonostante cerchiamo di risolvere la questione con benedizioni, preghiere o esorcismi, il fenomeno spesso rimane.
Sono casi molto difficili e a volte non è possibile fermare i fenomeni o risolvere una situazione.

 

Simone Leoni: Sei in contatto con la Santa Sede come lo erano Ed e Lorraine? Ti hanno contattato per seguire dei casi?

 

Tony Spera: Ed e Lorraine Warren non erano in contatto con la Santa Sede. Comunicavano esclusivamente con sacerdoti, vescovi e cardinali americani. Non hanno mai comunicato direttamente con il Vaticano. Sono ancora in comunicazione con vari sacerdoti, in America e in Canada.
E comunque un membro della nostra squadra investigativa è un arcivescovo della Chiesa cattolica "Me I can", riconosciuta dal Vaticano.

 

Simone Leoni: Ho visto un video su youtube dove tu e un tuo collaboratore avete spostato l'Annabelle da Il da un posto all'altro, e sembra che fuori dalla finestra sia comparsa una figura antropomorfa (https://youtu.be/sytYbFwyTVI). È successo davvero? Ci sono state altre fenomenologie?

Tony Spera: Si, abbiamo dovuto spostare la bambola, cosa peraltro rara. Dopo aver esaminato il video, non sono riuscito a capire il fenomeno.

 

Simone Leoni: Ho visto che molto spesso svolgete indagini paranormali all’interno del museo. Hai riscontrato anomalie ricorrenti nel corso degli anni?

Tony Spera: Sì, nel museo sono successe molte cose strane mentre eravamo impegnati in un'indagine. Una volta è stato chiamato il mio nome, così come il nome Annabelle. Inoltre, le braccia di Annabelle si sono mosse da sole mentre era seduta nel suo recinto, senza disturbi esterni.

 

Simone Leoni: Rivolgo ora la mia attenzione verso un altro oggetto nel museo. Stiamo parlando del libro intitolato Necronomicon. Come sappiamo, è un semplice romanzo di H.P. Lovecraft. Perché questo libro è lì al museo?


Tony Spera: Il Necronomicon è infatti un'opera di finzione dell’autore horror H.P.Lovecraft. È stato regalato a Ed Warren ed è stato collocato nel museo semplicemente come supporto da esposizione.

 

Simone Leoni: C'è chi sostiene che in quel museo non c'è nulla di paranormale... Come risponderesti a chi non indaga a fondo questo tipo di realtà?

 

Tony Spera: Ci sono molti scettici nel mondo. Chiunque può dire quello che vuole, ma nessuno ha in mano la verità. C'è chi dice anche che Dio o il diavolo non esistono ad esempio.
Nel museo sono conservati oggetti paranormali, pericolosi e malvagi, che sono l'opposto di qualcosa di santo e puro. Sono empi e io li ho benedetti. Hanno acquisito questo stato per via così di rituali officiati su di loro con incantesimi e maledizioni.

 

Simone Leoni: Finalmente dopo tanto tempo il mio sogno di intervistarti si è avverato ed è quasi finito. Hai mai pensato di condurre indagini sul paranormale qui in Italia? Ma soprattutto, come è successo a Ed e Lorraine, anche tu hai contatti con il Vaticano?

 

Tony Spera: Simone, grazie per le tue belle parole. Mi piacerebbe venire in Italia per indagare, oltre a visitare la patria dei miei nonni, originari di Mormanno e di Capistrano. Mi piacerebbe visitare quei luoghi. È molto difficile avere connessioni significative con il Vaticano, che ad oggi non ho.

 

Simone Leoni: Quando sarai più grande, chi prenderà il tuo posto? Che fine farà questo luogo misterioso, il museo dell'occulto?

 

Tony Spera: Stiamo ancora cercando di decidere a chi verrà lasciato il museo. Gli oggetti devono restare lì e in nessun modo venduti e separati dal contesto in cui si trovano. Non è semplice individuare la persona adatta, qualcuno di fidato a cui stiamo pensando costantemente.

 

Simone Leoni: Hai qualcosa da dire in anteprima ai nostri lettori italiani?

 

Tony Spera: Sì, vorrei dire che ho sempre avuto un'affinità con l'Italia, con la sua cultura e la sua gente. Sono al 100% di origine italiana e sono orgoglioso di essere un "italoamericano". I miei antenati si sono trasferiti in America (partiti da Napoli) negli anni '20 e hanno portato con sé alcune delle grandi tradizioni e della cultura italiana. In America hanno lavorato molto duramente per diventare "americani" di successo, senza mai dimenticare la loro origine. 

 

Simone Leoni: Ultima domanda! Se qualcuno volesse collaborare con te da remoto o seguire le tue avventure, come può farlo?

 

Tony Spera: Si, ho un canale YouTube ufficiale. Si chiama “The Official Ed and Lorraine Warren Channel”, ecco il link https://youtube.com/c/OfficialedandLorraineWarrenChannel Il mio sito web è www.tonyspera.com Se qualcuno volesse inviarmi un’email, l’indirizzo è nespr2@yahoo.com  

 

 



Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it

Trattamento dei dati personali e informativa sui cookie

I nostri libri

Negli ultimi anni siamo cresciuti molto contando sempre sulle nostre forze per dare visibilità a luoghi poco conosciuti del nostro bellissimo paese.

Adesso abbiamo bisogno del tuo aiuto affinchè possiamo crescere ancora di più.

GUARDA GLI ALTRI LIBRI

I nostri siti



Sito consigliato da

 

 

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Multimedia