LA NOSTRA ULTIMA USCITA!

Aiutaci a crescere. Acquista il nostro libro!


I NOSTRI SITI




VIDEO

REGIONI D'ITALIA

LUOGHI



 



 


INTERVISTA A THE REAL GHOSTBUSTERS ITALIA

A cura di Simone Leoni


“Voi e i vostri familiari avete mai visto spiriti spiritelli o fantasmi?” Quanti di voi avranno udito questa celebre frase guardando un cult degli anni 80 intitolato Ghostbusters, pellicola diretta da Ivan Raitman? Immagino in molti. E allora vi starete chiedendo, chi ci terrà compagnia in questa nuova intervista? Forse Ivan Raitman? Forse Bill Murray o Dan Aykroyd? No, niente di tutto questo, ma come Hollywood è in grado di darci film spettacolari con bravi attori, anche noi in Italia abbiamo validi attori. Ed il  caso di  caso di Edoardo Stoppacciaro, Fabio Cavalieri, Marco Fumarola e Lidia Perrone che, amanti della pellicola di Raitman, hanno voluto omaggiare questo fantastico film senza età in chiave tutta Italiana con un progetto senza scopo di lucro chiamato Real, a Ghostbusters tale.

Di seguito il film

 

Simone Leoni: Edoardo, Fabio, Marco, Lidia, raccontateci un po’ di voi. Chi siete e come mai questo interesse per Ghostbusters?


Team Real: Siamo quattro amici che hanno avuto la fortuna di conoscersi facendo il lavoro dei propri sogni: recitando. E nonostante qualche piccola differenza di età, siamo tutti bene o male figli degli anni ‘80: “Ghostbusters” è una commedia straordinaria, un film avanti di dieci anni per i suoi tempi, ed è un’icona pop con la quale siamo letteralmente cresciuti.


  

Simone Leoni: Come si è sviluppato questo progetto?


(Edoardo):
Il “papà” del progetto sono io. Gli Acchiappafantasmi sono un grande amore, per me, una passione che mi ha ispirato fin da quando, da bambino, me ne stavo incollato davanti alla tv a guardare i cartoni animati “The Real Ghostbusters”. Sognavo di raccontare la mia “storia di Acchiappafantasmi” da quando, a circa sei anni, vidi il primo film. Fu un amore folgorante. Poi, per i miei trent’anni, la mia fidanzata (oggi mia moglie) mi regalò uno zaino protonico. Il sogno sopito per decenni si risvegliò di colpo, e decisi di scrivere una mia prima bozza di sceneggiatura per girare un piccolo fanfilm tra amici. Un gioco da fare nei ritagli di tempo. Poi ne ho parlato con Cristian Calabretta e Valerio Albasini Di Giorgio, insieme abbiamo lavorato allo script… e il gioco cresceva, salivano a bordo altre persone. Nel 2014 venne a mancare Harold Ramis, co-sceneggiatore dei primi due film e indimenticabile interprete di Egon Spengler. È stato a quel punto che abbiamo deciso che il gioco doveva diventare una cosa seria. Per lui. E tre anni dopo, il “piccolo fanfilm tra amici” è diventato un lungometraggio di un’ora e mezza con una troupe di 40 persone e una ventina di vfx artists tra Italia e Canada.


Simone Leoni: Vedendo il trailer si nota che la storia che avete creato si svolge a Roma. Perché proprio la città eterna?

 

Team Real: Innanzitutto perché è la città in cui viviamo. Stephen King dice: “In un racconto, parlate sempre di cose che conoscete”. E poi una città come Roma, coi suoi millenni di storia, intrighi, omicidi, saccheggi, si prestava particolarmente bene alla storia che avevo in mente.

 

Simone Leoni: Nei giardini di piazza Vittorio si erige un monumento molto particolare. Sto parlando della porta alchemica. Perché avete scelto di incentrare la vostra storia qui? C’è un motivo in particolare?

 

(Edoardo): La porta alchemica mi ha sempre affascinato. Le leggende che la circondano sono intriganti, i personaggi che vi sono collegati (da Cagliostro allo stesso Massimiliano Palombara) offrivano spunti eccezionali per inventare qualcosa di nuovo. E così ho studiato un po’ e ho elaborato la figura di Fulgenzio Ippolito Margano, alchimista veneziano del 1600, coinvolto in alcune torbide e mai del tutto chiarite vicende. Non posso spoilerare oltre.

 

 

Simone Leoni: Qual’è quindi la trama di Real? Ce lo potete svelare?


Team Real:
Certamente! In un mondo in cui i fatti dei primi due film di “Ghostbusters” e dell’amatissimo videogame del 2009 sono stati dimenticati o liquidati come leggende metropolitane, Ludovico, Simone e Davide (rispettivamente un professore di fisica, un tecnico di laboratorio e un irriducibile fancazzista), sfrattati dall’oggi al domani, si trovano a dover trovare una casa in affitto. L’unica alla portata delle loro tasche è un vecchio appartamento al centro di Roma, che si rivelerà infestatissimo. Grazie all’aiuto di un “professore” molto particolare (occhio alla voce) e della bella e intraprendente Susanna, i tre rimetteranno mano sulle storiche attrezzature degli Acchiappafantasmi per risolvere il loro problema. Ci riusciranno o la loro inesperienza farà precipitare Roma in mano a un’armata di spettri?

 

 

Simone Leoni: Visto che siamo in tema, che rapporti avete con la sfera del paranormale? Vi è mai capitato qualcosa di inspiegabile?


(Edoardo): Il mio amico e co-sceneggiatore Valerio Albasini Di Giorgio è stato a lungo in un gruppo di ricerca e ha raccolto testimonianze interessanti. Per quanto riguarda me, ricordo solo una volta a Lucca Comics: un libro ha strisciato su un comò fino a cadere a terra. Non ho chiuso occhio tutta la notte!.

 

Simone Leoni: Cosa vi affascina di più del mondo dell’ignoto?


Team Real:
La sfida. Ti trovi a fronteggiare cose non conosciute e, probabilmente, non conoscibili. È uno stimolo potentissimo a pensare fuori dagli schemi e, se si procede con rispetto e cautela, anche a imparare cose nuove.

 

Simone Leoni: Voi avete trasmesso il film in anteprima a Cinecittà World. Come ha reagito la vecchia e la nuova generazione al vostro film?


Team Real:
L’anteprima è stata un successo insperato. Molti amici dell’Associazione Ghostbusters Italia sono venuti da tutta la penisola, e oltre a loro, più di 400 persone hanno assistito alla proiezione nel grande Teatro 1 di Cinecittà World. Ci sono state risate e applausi, e perfino qualche piccolo singhiozzo nostalgico che ci ha profondamente onorato. È stata una giornata indimenticabile per tutti noi, il coronamento di un’avventura durata quasi otto anni.

 

Simone Leoni: C’è possibilità di vedere il vostro film online? Dove?


Team Real:
A fine ottobre caricheremo il film sul nostro canale YouTube. Nel frattempo stiamo continuando a portarlo un po’ in giro per il paese: le proiezioni in sala sono un’esperienza diversa.

 

Simone Leoni: Avete già in mente un sequel?


Team Real:
Le idee ci sarebbero anche. Quello che manca, ahimè, è il tempo e l’energia: affrontare un progetto del genere senza alcuno scopo di lucro e senza una produzione alle spalle, è un’impresa che si può tentare una sola volta nella vita.

 

Simone Leoni: Se vi proponessero di fare un'indagine di Ghost Hunting accettereste?


Team Real:
Valerio le ha già fatte; Marco è troppo razionale. A me non dispiacerebbe, e penso nemmeno a Lidia. Fabio, per sua stessa ammissione, al primo rumore sospetto si fionderebbe fuori dalla stanza lasciando un buco nella porta come Willy Coyote (cit.).

 

Simone Leoni: Bene, direi che siamo giunti alla fine di questa intervista. Cosa vorreste dire ai nostri lettori


Team Real:
Innanzitutto vorremmo ringraziare te per la gentilezza, la pazienza e queste splendide domande. Ai vostri lettori ci piacerebbe dire che questo film non è altro che la realizzazione del sogno di un bambino (diventato poi il sogno di un gruppo di amici). Nulla è impossibile se ci si crede profondamente.

 

 



Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it

Trattamento dei dati personali e informativa sui cookie

I nostri libri

Negli ultimi anni siamo cresciuti molto contando sempre sulle nostre forze per dare visibilità a luoghi poco conosciuti del nostro bellissimo paese.

Adesso abbiamo bisogno del tuo aiuto affinchè possiamo crescere ancora di più.

GUARDA GLI ALTRI LIBRI

I nostri siti



Sito consigliato da

 

 

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Multimedia