P
 


torna alla Home
Questo luogo appartiene al gruppo:
CAVALIERI
COINCIDENZE
FEMMININO
GIUDIZI UNIVERSALI
TEMPLARI
 
SUMMAGA (VE) - ABBAZIA DI S.MARIA
I TEMPLARI E LA POVERA GENTE

Alle porte di Portogruaro sorge l’abbazia di Summaga, che si erge isolata nei pressi di estesi campi verdi, quasi anonima senza che possa ispirare alcunché di trascorso storico o  simbolico. Ma così non è perchè questo edificio nasconde in sé qualcosa di unico e incredibile.

L’abbazia è dell’XI secolo voluta dai monaci benedettini, ma la facciata è più tarda, neoclassica e l’antico monastero è purtroppo ad oggi scomparso. E’ l’interno a meritare grande importanza principalmente per gli affreschi romanici, che sono della prima metà del 1200.

Gli affreschi
La derivazione e’ bizantina ma con influenza della pittura veneziana, che tutto toccava attorno alla sua città.

La Madonna con le vergini stolte e sagge
L’abside riporta all’apice la Madonna con bambino nella mandorla sostenuta da 4 angeli con ai lati i quattro evangelisti e due santi. Nella parte inferiore abbiamo Cristo con gli Apostoli, le vergini stolte e quelle sagge (la rappresentazione è particolarmente femminile).

Non è un caso che in una chiesa di antica appartenenza all'ordine templare vi è rappresentata come figura principale la Madonna, da loro sempre particolarmente amata.

Il sacello
Nel sacello vi sono Adamo ed Eva rappresentati nel peccato e nel castigo; la Crocifissione e il Giudizio Universale.

I templari e la povera gente
Ma il vero tesoro della chiesa è contenuto nell’abside alla fine della navata di destra. Alla base vi sono rappresentati personaggi molto interessanti quali cavalieri che lottano tra di loro e contro draghi malvagi. Sono solo accennati perché vi è solo il disegno senza colori o rifiniture, ma la loro presenza afferma ulteriormente l’appartenenza della parrocchia ai templari, dato che anticamente vi era un’antica magione. Inoltre l’unicità di questo luogo è sottolineata dalla rappresentazione di uomini occupati in lavori quotidiani, come fabbri, falegnami, cavalieri e operai, figure rare, impossibili da trovare in un ambente sacro. Infatti non è facile trovare in chiesa dipinta la “povera gente” da sola, senza che fosse aiutata o miracolata da qualche santo, è strano dunque trovare l’operaio, senza ragione narrativa e per di più accanto all’altare.
I cavalieri potevano anche rientrare laddove si parlava di templari (e probabilmente essi lo sono) ma il combattimento contro draghi e animali fantastici era prerogativa di San Giorgio o di San Michele.

In questo caso la scena rappresentata che nulla ha di epico ma che trasmette addirittura bonarietà e simpatia sembra essere effettivamente fuori luogo, senza spiegazione. Il vero segreto di queste immagini resterà immerso nel silenzio di queste mura che così isolate, certo non parleranno!

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI SIMILI
CAVALIERI
COINCIDENZE
FEMMININO
GIUDIZI UNIVERSALI
TEMPLARI

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI IN VENETO
gruppo Luoghi in Veneto