LUOGHI DI FORZA

IL NOSTRO LIBRO UFFICIALE!

Aiutaci a crescere. Acquista il nostro libro!





Regioni D'Italia

Luoghi

 

 



VILLA PALAGONIA: UNA VILLA PIENA DI “VERI MOSTRI”


Luogo: Piazza Garibaldi, 3, Bagheria PA
Aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 17,30
(dal 1 novembre al 31 marzo)
dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00
(dal 1 aprile al 31 ottobre)
Tel.091/932088 - Fax 091/922118
http://www.villapalagonia.it/ - villapalagonia@villapalagonia.it

Articolo: Giada Fiordaliso
Fotografie:
"Villa Palagonia (3)" di Jpbazard Jean-Pierre Bazard - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons
http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Villa_Palagonia_
(3).jpg#mediaviewer/File:Villa_Palagonia_(3).jpg
"Tommaso Napoli, Villa Palagonia (Bagheria)". Licensed under Public Domain via Wikimedia Commons -
http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Tommaso_Napoli,_
Villa_Palagonia_(Bagheria).jpg#mediaviewer/File:Tommaso_
Napoli,_Villa_Palagonia_(Bagheria).jpg

Questo luogo appartiene al gruppo:
Animali mitologici (mostri)
bene/male
fantasmi
sculture misteriose

Simboli:
Uomo (figure antropomorfe, musicisti, gnomi, centauri, suonatori di curiosi strumenti)


Villa Palagonia, in Sicilia, è una villa appartenente al principe omonimo ma le credenze relative ai mostri scolpiti sull’antico viale che doveva fare da ingresso alla Villa, sono numerose. Veri mostri o solo leggende?

Villa Palagonia è situata a Bagheria, in Sicilia e fu fatta costruire dal Principe di Palagonia ovvero Francesco Ferdinando Gravina Cruyllas nel 1715. La villa non solo è molto grande ed ancora oggi se ne possono ammirare i resti, ma è contornata da una serie di “mostri”. 
Fu il nipote del principe di Palagonia, chiamato Francesco Ferdinando II, detto “Il Negromante”, a far costruire la sfilza di figure mostruose intorno alle mura, in particolare disseminate lungo il viale che faceva da ingresso.
I “Mostri”  furono scolpiti in pietra arenaria ed oggi ne sopravvivono solo sessantadue mentre il numero originario era di circa duecento.

Nel 1885 la villa venne acquistata da privati, che ne sono tuttora in possesso, ed è parzialmente aperta al pubblico. I “Mostri” allora sono scomparsi? Niente affatto. I mostri ci sono ancora e con loro, la serie di leggende che si portano dietro.
Prima di tutto, si crede che nella villa viva ancora il fantasma di Francesco Ferdinando Gravina mentre altri sostengono che le figure mostruose, portavano disgrazie come aborti e che abbiano ancora il potere di far accadere queste cose.
Una testimonianza di alcuni ragazzi siciliani che erano andati a visitare la villa, racconta che dopo aver visitato il giardino, erano saliti nella sala degli specchi perché avevano trovato la porta aperta. Dopo che erano rimasti per circa un’ora ad ammirare la bella vista, i fiori ed il giardino ben curato dal balcone, uno dei ragazzi del gruppo però aveva notato un’ombra che toglieva la sicura dalla porta e la chiudeva da dentro, dall’interno. Una ragazza racconta di ricordarsi benissimo di aver esclamato  “Ma si è sganciata e si è richiusa da sola!“.

Tutti avevano sentito tra l’altro, lo schianto violento prodotto dal chiudersi della porta. I ragazzi avevano creduto che fosse stato il custode a chiudere volontariamente. In seguito a vani tentativi e grida utili solo a far andare via la voce, finalmente li aveva sentiti la signora che viveva nel piano di sotto, che aveva spiegato loro che il vecchio padrone della villa, il principe Don Ferdinando Gravina, spesso faceva questi scherzi ai visitatori.
Per quanto riguarda le statue dei mostri invece, essi erano stati fatti erigere dal nipote di Gravina, “Il Negromante” perché voleva che essi fossero dei “guardiani” degli uomini. Egli spese una follia per realizzare l’intero progetto di costruzione e forse fu anche questo ad aumentare le leggende relative ai “mostri”. Essi, una volta costruiti, avrebbero cominciato a causare aborti o parti mostruosi alle donne.

Queste costruzioni raffiguravano animali fantastici, figure antropomorfe, statue di dame e cavalieri, musicisti, gnomi, centauri, draghi, suonatori di curiosi strumenti, figure mitologiche, mostri di tutti i tipi e tempi, caricature varie. Addirittura sembra che il principe avesse deciso di realizzare le figure dei mostri mettendo teste di animali a corpi di uomini e viceversa e creando almeno cinque-sei “mostri” di cui non se ne conosce la presenza in natura.
Insomma, fin dalla sua realizzazione, le statue sembrano avere qualcosa di “insano”, come se questi mostri-guardiani stessero pronti ad attaccare. Chissà, magari sono pronti ad attaccare appena il loro padrone, il cui fantasma si aggira ancora tra le mura della villa per fare dispetto, glielo ordina.

 

 


Luoghi Misteriosi collabora con:


Interviste


Argomenti

Simboli


Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it

I nostri libri

Negli ultimi anni siamo cresciuti molto contando sempre sulle nostre forze per dare visibilità a luoghi poco conosciuti del nostro bellissimo paese.

Adesso abbiamo bisogno del tuo aiuto affinchè possiamo crescere ancora di più.

Aiutaci a crescere! Acquista il nostro libro!

I nostri siti


Sito consigliato da

 

 

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Multimedia