LUOGHI DI FORZA

IL NOSTRO LIBRO UFFICIALE!

Aiutaci a crescere. Acquista il nostro libro!





Regioni D'Italia

Luoghi

 



Come arrivare: Dalla statale 131 uscita Macomer.

Per orari di visita info : cooperativa Old Sardigna gestore del sito archeologico per info sugli orari e periodi di visita Tel. 338 8334859

Questo luogo appartiene al gruppo:
paganesimo/cristianesimo


LA CHIESA E IL NURAGHE

Cristianesimo

Santa Sabina a Silanus è una chiesa dall'origine misteriosa e dalla struttura anomala in quanto presenta planimetria irregolare di cui non esiste un confronto con altre chiese sarde.

 

La pianta centrale dell'edificio principale richiama comunque i battisteri paleocristiani. E' dedicata a Santa Sarbàna (Sabina), sorge in un'area antica nuragica della quale è rimasto il nuraghe distante pochi metri, un pozzo sacro e due tombre dei giganti.


 

La chiesa è stata costruita in età bizantina proprio sull'area sacra del villaggio abitato durante l'età del Bronzo, ma l'edificio originale è stato restaurato in stile romanico nell'XI secolo da maestranze di scuola iberica.

Spesso le chiese venivano costruite su luoghi di culto antichi per sostituirsi alla vecchia religione e agli dei antichi. Una sorta di supremazia ma allo stesso modo di sostituzione e soprattutto di assimilazione delle energie del luogo. Una sostituzione a livello fisico oltre che psicologico, come dimostrato dal fatto che la chiesa sarebbe stata in parte costruita con blocchi di basalto presi dal nuraghe, motivo questo che crea questa differenza cromatica della parte inferiore (basalto) con la parte superiore (calcare).



La struttura è costituita da un edificio centrale rotondo con copertura a cupola e abside e due altri edifici a lato con tetto a due spioventi volta a botte e absidate a loro volta. Sulle absidi e sulla parte laterale sono presenti due monofore decorate.



Alcuni documenti parlano di un monastero benedettino che aveva la proprietà della chiesa, ad oggi scomparso.

 


Questo è l'unico edificio presente, forse l'antico monastero?

 

Dentro è completamente spoglia tranne per la statua (moderna) della santa.

Esiste un particolare rituale durante il quale viene recitato il rosario in sardo e i "gogos di Santa Sarbana".

Paganesimo

Il nuraghe era il centro di un villaggio in cui era compresa una grande area sacra in cui dimorava il pozzo sacro di Cherchizzu e due tombe dei giganti. Il nuraghe ha il diametro di 12,60 m e si innalza per 8,60 m ed è costruito con pietre basaltiche. E' stato datato tra la seconda metà del XIV ed il X secolo a.C. (tra l'età del bronzo recente e gli inizi del Bronzo finale). L'ingresso è rivolto a sud e tramite la scala interna è possibile raggiungere la cima che presenta copertura a tholos (pseudo cupola). La camera interna ha 3 nicchie a forma di ogiva distribuite a croce. L'edificio verso la cima si riduce.


Le due tombe dei giganti risalgono allo stesso periodo del nuraghe distano verso est solo 250 m, una è a struttura dolmenica con stele centinata e estremità arrotondata mentre l'altra è a struttura isodoma con pietre perfettamente lavorate e con fronte a filari.


A 300 m di distanza verso nord è presente anche un pozzo sacro, uno dei più piccoli dell'isola. I gradini che scendono sono in pietra basaltica coperto da pseudo cupola in filari basaltici. Qui avveniva il culto delle acque.


L'atmosfera del luogo è senza precedenti, una pianura sconfinata su cui si stagliano millenni di storia, dagli albori dell'uomo al Cristianesimo delle origini. Qui tutto è presente: paganesimo e cristianesimo, camminare tra il nuraghe e la chiesa è come attraversare il tempo ed essere pervasi da un vortice di vicende apparentemente diverse, ma che sono l'una il proseguimento dell'altra.




Bibliografia
Franco Cerniglia, Silanus, nuraghe di Santa Sabina, sardegnadigitallibrary.it. URL consultato il 12 novembre 2012.

Guida alle chiese e ai santuari della Sardegna - Giulio Concu - Imago Multimedia - Nuoro 2011

Info della cooperativa Old Sardigna gestore del sito archeologico per info sugli orari e periodi di visita Tel. 338 8334859

 

 


Luoghi Misteriosi collabora con:


Interviste


Argomenti

Simboli


Il portale dei Luoghi Misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it

Il portale dei Luoghi Misteriosi (english version)
www.mysteriousplaces.it

® Luoghi Misteriosi
Luoghi Misteriosi è un marchio registrato
è vietato copiare il contenuto di questo sito senza l'approvazione dei relativi autori
per utilizzo di foto, testi, contenuti contattare info@luoghimisteriosi.it

I nostri libri

Negli ultimi anni siamo cresciuti molto contando sempre sulle nostre forze per dare visibilità a luoghi poco conosciuti del nostro bellissimo paese.

Adesso abbiamo bisogno del tuo aiuto affinchè possiamo crescere ancora di più.

Aiutaci a crescere! Acquista il nostro libro!

I nostri siti


Sito consigliato da

 

 

Centro regionale
Beni Culturali Abruzzo

Multimedia