P

 

 


torna alla Home

Questo luogo appartiene al gruppo: ALCHIMIA

 
SENIGALLIA (AN) - IL PALAZZO DEL DUCA E IL PALAZZO BAVIERA
L'ALCHIMIA DI ERCOLE

Si trova di fronte alla rocca e fu costruito da Guidobaldo Della Rovere nella metà del 1500. Di fronte abbiamo la fontana delle anatre costruita nel 1599 da Francesco Maria Secondo per ricordare il prosciugamento delle paludi che portarono devastanti malattie.
Accanto vi è il palazzetto Baviera, voluto da Gian Giacomo Baviera, zio di Giovanni Della Rovere.

Palazzo del Duca

Fontana delle oche

Palazzo Baviera

L’interno è decorato con una straordinaria sequenza di stucchi di Federico Brandani realizzati nel 1560 che rappresentano episodi dell’Antico Testamento, dell’Iliade, della storia di Roma e soprattutto delle dodici fatiche di Ercole. Laddove sono raffigurate queste ultime vi si trova al centro del soffitto una ovale con all’interno la Madre Terra.

Il semidio Ercole, un uomo come noi ma con nel cuore una parte divina che lo risveglia e lo spinge verso la conquista dell’immortalità, altro non è che la perfetta metafora dei cavalieri templari volti anche loro verso la conquista dell’anima immortale. Sia l’eroe mitologico che i cavalieri devono affrontare molteplici prove, in questo caso 12, come i mesi dell’anno, un numero completo, che si chiude con una sua circolarità. E non a caso il tutto ruota attorno alle quattro stagioni e infine alla Madre Terra, la dea, l’inizio vero della vita, il Graal contenitore d’immortalità, di ciò che si rinnova in eterno. La Madre Terra è l’autentica dea degli antichi, colei che da sempre è stata venerata e che oggi viene identificata come la Madonna Nera diffusa ovunque. Non è dunque un caso che Ercole viene spesso rappresentato e costituisce un tema molto diffuso nelle varie ville e castelli. Colui che supera eroicamente le difficili prove per conquistare l’eternità dell’anima non può essere trascurata come visione. Non è un uomo ma un semidio. E chi è un semidio tra di noi? Colui che nasce su questa terra e sente un richiamo che non può ignorare, qualcosa che lo fa incautamente muovere alla ricerca dell’immortalità della propria anima. Ercole non deve essere visto come “tutto muscoli e niente cervello” (come la versione di Walt Disney ha erroneamente comunicato) ma come la forza materiale dell’uomo mortale che alchemicamente subisce una trasformazione, non senza “fatiche”, non senza innumerevoli prove giunge alla conquista della divinità.

Altri luoghi misteriosi nella stessa città

La città Il mattone d'oro massiccio
La Rocca La sfinge e i 7 serpenti, una perfetta scala elicoidale e un prigioniero murato vivo
Il Duomo Il sarcofago di San Gaugenzio e i miracoli della Madonna della Speranza
Palazzo Del Duca e Palazzo Baviera L'alchimia di Ercole
Palazzo e Portici Ercolani Qui potrebbe essere sepolta Maria Maddalena


ALTRI LUOGHI MISTERIOSI SIMILI
gruppo Alchimia

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI NELLE MARCHE
gruppo Luoghi nelle Marche

Il sito dei luoghi misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it