torna alla Home

Questo luogo appartiene al gruppo:
PERSONAGGI

 
LA LEGGENDA DI SAN COLOMBANO

San Colombano nacque in Irlanda intorno al 540 nella cittadina di Navan nel Leinster. Venne educato fin da bambino allo studio del latino e dei testi sacri. Prese i voti molto presto al monastero di Bangor sotto il severo abate Comgall, dedito a pesanti penitenze corporali. Ma San Colombano sentiva una profonda necessità di evangelizzazione e appena ne ebbe la possibilità partì immediatamente con l'obiettivo di diffondere i Vangeli nel mondo. Sbarcò sulle coste dell'Armorica e poi in Francia verso il regno di Austrasia alle corti dei re merovingi. Fondò qui tre monasteri, Luxeuil, Fontaine e Annegray, che seguirono la cosiddetta "regola colombiana", che a differenza di quella benedettina non era dedita solo al lavoro dei campi e alla preghiera, ma anche all'istruzione e all'assimilazione della conoscenza. Purtroppo ci fu un forte contrasto con l'episcopato francese che lo accusò di travisare troppo la tradizione verso un suo personale culto celtico-irlandese, che aveva un diverso calcolo delle festività e della Pasqua. La stessa regina Brunechilde lo volle rimpatriare nella sua terra d'origine. San Colomano però riuscì a fuggire direttamente dalla scorta che lo stava per imbarcare e si diresse lungo la valle del Reno. Fondò clandestinamente altri monasteri, Remiremont, Jumièges, Noirmoutier, Saint-Omer. Si espanse lungo il Lago di Costanza, giungendo fino in Italiam dove si diresse al cospetto di Papa Bonifacio IV.

Ma fu a Milano che trovò un'autentica approvazione direttamente dal re longobardo ariano Agilulfo e da sua moglie la regina Teodolinda, che lo accolsero a braccia aperte. Questi gli chiesero un aiuto sulla questione tricapitolina, ovvero su un avvicinamento tra il popolo longobardo e la chiesa vaticana. L'alleanza ebbe successo e come ricompensa gli venne regalato un ampio suolo per costituire un centro di vita monastica a Bobbio. La stessa regina Teodolinda salì sul Monte Penice con San Colombano per mostrargli il territorio e fargli promettere di dedicare lì in cima, una chiesetta dedicata alla Madonna.

Nel 615 si ritirò nell'eremo da lui fondato di S. Michele in Curiasca a Coli, dove morì a 75 anni il 23 novembre dello stesso anno. Le sue spoglie riposano nella cripta della Chiesa di San Colombano a Bobbio.

LUOGHI MISTERIOSI LEGATI A QUESTO PERSONAGGIO
La città di Bobbio
La Chiesa di San Colombano
Il Ponte del Diavolo
Santa Maria in Monte Penice


ALTRI LUOGHI MISTERIOSI SIMILI
gruppo Personaggi

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI IN EMILIA ROMAGNA
gruppo Luoghi in Emilia Romagna

(c) articolo e fotografie luoghimisteriosi.it

Il sito dei luoghi misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it