FERRARA - PALAZZO DEI DIAMANTI
STRANE ENERGIE TELLURICHE E IL DIAMANTE NASCOSTO

La leggenda del diamante nascosto
E’ un palazzo in stile rinascimentale con la facciata costituita da migliaia di piccole piramidine a forma di diamante. Nessuno le ha mai contate e un conteggio approssimativo va dagli 8.500 ai 12.000. Pare che una sola di esse contenga un autentico diamante nascosto da Ercole I d’Este. Addirittura sembra si trattasse dello stesso diamante della sua corona. Solo lui e il capomastro addetto ai lavori ne conoscevano l’esatta posizione, questione questa che non faceva dormire tranquillo il duca.
Possiamo bene immaginare che neppure il capomastro dormisse profondamente la notte, nella consapevolezza di essere l'unico conoscitore di questo gran segreto. Ed infatti non passo molto tempo e lo sventurato fu convocato in gran segreto dal duca che gli fece tagliare la lingua e lo accecò, cosicché nessun altro si sarebbe impossessato del prezioso gioiello.

Strane energie telluriche
Ercole I d'Este diede l’avvio ad un’opera fondamentale per la città di Ferrara: l’addizione erculea, ovvero un ampliamento dell’urbe per rendere la città più prestigiosa, ma anche per portarla ed estenderla su alcuni schemi simbolici e astrologici coinvolgendo nel progetto non solo architetti e geometri, ma anche astrologi, come il famoso Pellegrino Prisciani. La ricerca di geometrie legate alle stelle e alla numerologia non era cosa rara, dato il forte interesse nel passato all’alchimia e al ricercare un'armonia con la natura, con le forze celesti, e quindi con Dio.
La pianta, anche se non distinguibilissima ai giorni nostri, è pentagonale (il pentagono è simbolo di difesa) con una diramazione di strade dal castello estense, che costituisce il centro della città. Il palazzo è stato costruito nel 1493 per il fratello di Ercole I, Sigismondo d’Este.
Esso e soprattutto il diamante vero che dovrebbe essere nasconsto all'interno del suo perimetro, si trova in una posizione ben precisa perché potesse concentrare determinate energie telluriche direttamente all'interno dell'edificio, dove, non a caso, si tenevano intense sedute riguardo l’astrologia e l’alchimia con studiosi rinomati e colti. Questo palazzo era stato creato con lo scopo di attirare le forze positive dell'Universo.

Un mappa stellare in Terra
Si dice che secondo la nuova piantina della città lo stesso palazzo dei diamanti sia stato posizionato in un punto particolare, come ad indicare una stella di grande luminosità in terra. Il tutto è rapportato alla presenza del diamante con il quale si voleva ricopiare la mappa celeste in terra. Vi ricorda qualcosa? Forse gli egizi con le piramidi di Giza hanno ispirato qualcuno?

LUOGHI MISTERIOSI NELLA STESSA CITTA'
La città - Una geometria legata alle stelle
Duomo di San Giorgio - Una Cattedrale costruita su simboli alchemici, numerologia e geometria sacra
Museo della Cattedrale - Il percorso iniziatico delle formelle
Castello estense - Un castello come difesa dal proprio popolo e i fantasmi dei due amanti
Palazzo dei Diamanti - Strane energie telluriche e il diamante nascosto
Palazzo Marfisa D'Este - Il fantasma di Marfisa e la sala delle imprese filosofiche
Palazzo Schifanoia - L'alchimia della Sala dei Mesi
Chiese di S.Maria del Tempio, S.Giacomo e S.Giuliano - Le chiese templari
Chiesa di San Domenico - La chiesa dell'inquisizione e la zampa del diavolo
Chiesa di S.Maria in Vado - La miracolosa cappella del prodigio
Monastero di S.Antonio in Polesine - Il liquido prodigioso di Beatrice


ALTRI LUOGHI MISTERIOSI SIMILI
gruppo Alchimia
gruppo Fenomeni naturali
gruppo Geometria sacra
gruppo Leggende
gruppo Rituali
gruppo Similitudini con gli egizi
gruppo Tesori nascosti

ALTRI LUOGHI MISTERIOSI IN EMILIA ROMAGNA
gruppo Luoghi in Emilia Romagna

(c) articolo luoghimisteriosi.it
fonte immagini Wikipedia - fotografie di pubblico dominio

Il sito dei luoghi misteriosi
www.luoghimisteriosi.it - info@luoghimisteriosi.it